Pipì per alimentare i nostri robot

Il principio non fa una piega, anche i robot devono essere “green”. La versione evoluta di Wall-e potrebbe infatti funzionare con l’urina prelevata dai gabinetti pubblici, almeno questo pensano i ricercatori dell’Università di Bristol. Negli ultimi 10 anni questo gruppo di scienziati hanno dato vita a quattro generazioni di EcoBots, robot autosufficienti alimentati da celle a combustibile microbiche basate su rifiuti organici. Il capo progetto Peter Walters ritiene che presto sarà disponibile un sistema di alimentazione efficiente indicando i principi di funzionamento sulla rivista scientifica Bioinspiration and Biomimetics. Quindi siamo tutti avvisati, se in fila al bagno troveremo un robot, sapremo che ha bisogno di ricaricare le batterie.

Autore: Mark

Per parlare di futuro non bisogna avere la sfera di cristallo, ma una grande curiosità per quello che sta già accadendo. Il bello deve ancora venire!

Condividi questo Post