Sexbot, sesso con i robot

sex with robot

E’ un trend ai primi vagiti, ma da non sottovalutare. Non lo diciamo noi ma il professor Ian Pearson, che in una recente intervista sul Daily Telegraph non usa mezzi termini sul fatto che in futuro faremo sempre più sesso con umanoidi dall’aspetto assai convincente.
Secondo una recente ricerca realizzata in collaborazione con Bondara, uno dei maggiori player inglesi di sex toy shops, assisteremo alla diffusione di robot pensati e realizzati per soddisfare le fantasie sessuali dei clienti.
Secondo il report nel 2035 la maggior parte della gente avrà un qualche modello di sex toy con cui interagire praticando sesso più o meno virtuale. E sperando che le profezie di Pearson siano totalmente sbagliate, entro il 2050 il sesso con i robot supererà quello fra esseri umani. Intanto il creatore di RealDoll, Matt McMullen, già impegnato nella realizzazione di sexy robot, si sta sfregando le mani, certo com’è di almeno una cosa: comunque vada questo sesso sarà sicuro!
L’idea, diciamo, è stuzzicante, ma almeno in questo la realtà sembra essere molto più convincente: uomo o donna che sia, meglio in carne ed ossa, no?
I detrattori della mia tesi ribattono però con assunti altrettanto credibili: i robot fanno quello che vuoi tu, ma soprattutto stanno zitti (e non si lamentano). Già.

Autore: Mark

Per parlare di futuro non bisogna avere la sfera di cristallo, ma una grande curiosità per quello che sta già accadendo. Il bello deve ancora venire!

Condividi questo Post